Serie A, Cagliari-Napoli 1-1: Luvumbo beffa Calzona!

Un primo tempo degno della ”Noia” di Angelina Mango, un secondo tempo da ”Click Boom” alla Rose Villain. Il Napoli passa in avanti e sembra in controllo, ma non ha tenuto conto di una cosa: il cuore del Cagliari. Che pareggia clamorosamente i conti al minuto 95, mandando un chiaro segnale-salvezza. Per Calzona una beffa atroce che dice tanto, se non tutto, sulla stagione degli azzurri. Un’agonia continua.

Cagliari-Napoli, il racconto del match

Ranieri riparte dal pari di Udine e dispone il suo Cagliari con un 4-3-1-2. In porta Scuffet, protetto da Mina e Dossena con Nandez e Augello sugli esterni; a centrocampo spazio a Deiola, Makoumbou e Jankto dietro a Gaetano, che agisce sulla trequarti alle spalle della coppia d’attacco Luvumbo-Lapadula.

Il secondo Napoli di Calzona, invece, sbarca sull’isola armato di 4-3-3 e vecchie certezze. Tra i pali para Meret, difesa composta da Olivera, Juan Jesus, Rrahmani e Mazzocchi. A centrocampo dentro Anguissa, Lobotka e Zielinski, a supporto del tridente Kvaratskhelia, Osimhen e Raspadori.

Nel primo tempo vince la noia. Succede poco o nulla: il Napoli prova a costruire e ad abbozzare certi movimenti, ma fatica a dare una sterzata alla sua sterilità, il Cagliari propone, lotta con coraggio e limita il raggio degli azzurri. Segnerebbe pure, la squadra di Ranieri, ma la testata di Lapadula viene annullata per fuorigioco. Verso la fine del primo parziale sarà Luvumbo ad impensierire Meret, con un colpo di testa uscito di poco. Sono di gran lunga queste le emozioni dei primi 45 minuti gara…insieme al pizzicotto di Mina ai danni del capezzolo di Osimhen.

Al Ittihad, occhi su Ter Stegen

L’inizio di secondo tempo inizia sulla falsariga del primo, con il Napoli in controllo ma poco incisivo. Il turning point del match, però, non tarda ad arrivare e premia gli uomini di Calzona: al minuto 65 Raspadori deruba Augello, va sul fondo e crossa, pescando l’inzuccata vincente di Osimhen. Il nigeriano, dopo il gol segnato al Barcellona in Champions League, torna a segnare anche in Serie A.

Nel finale succede poco o nulla: tante interruzioni, poche emozioni. Ma proprio quando il Napoli sembrava in pieno controllo, non chiude i giochi e subisce la beffa. Proprio in ”zona Cagliari”: al minuto 95, Luvumbo si inserisce alle spalle di un distratto Juan Jesus e sigilla l’1-1 finale.

 

 

Volete rimanere aggiornati sul mondo del calcio?

Se volete restare aggiornati su tutto il mondo del calcio, rimanete sintonizzati sul nostro sito e sulla nostra pagina Instagram!

Fonte immagine: Imago

 

 

 

POTREBBE PIACERTI